Telefono (+39) 06.7182859
7 Su 7, 24 ore
Su Di Noi Preventivi
Facchinaggio e movimentazione merci: come si fa

Quando si parla di facchinaggio si pensa inevitabilmente a quelle persone che in aeroporto o nelle stazioni ferroviarie si occupano al trasporto dei bagagli per conto dei viaggiatori. Si tratta di un’immagine maledettamente reale, ma purtroppo assai riduttiva, perché il facchinaggio è un’area molto più ampia di applicazione e rappresenta un altro dei servizi offerti da Impritalia. Come qualunque altra attività svolta in maniera professionale, anche il facchinaggio va effettuato secondi i crismi delle leggi vigenti, ed è per questo che bisogna sempre esseri sicuri di affidarsi ad aziende specializzate come Impritalia.

Per facchinaggio, dunque, si intendono non solo il classico trasporto di bagagli, anche la movimentazione di pacchi e altri tipi di imballaggi, che possono essere al centro magari di un trasloco. Ove ricorrano i requisiti di cui alla L. 443/1985, l’attività di facchinaggio e movimentazione merci può essere  svolta anche in forma artigiana ed i requisiti per l’esercizio dell’attività devono essere posseduti dal titolare o da parte di tutti i soci di s.n.c., dei soci accomandatari, degli amministratori di società di capitali prestatori d’opera, come previsto dagli artt. 2, 4 della stessa legge. L’attività può iniziare solo a partire dal giorno della presentazione della pratica presso l’ufficio competente del proprio Comune, completa e corretta, corredata della documentazione e delle dichiarazioni richieste dalla normativa vigente. La data di inizio delle attività, dunque, deve corrispondere a quella di presentazione della Scia.

Facchinaggio: le normative vigenti e gli ambiti di applicazione

La legge vigente, stabilisce tra le altre cose anche quali siano nello specifico le attività di facchinaggio, che comprendono tutte quelle operazioni svolte anche con l’ausilio di mezzi meccanici, attrezzature tecnologiche, e di cui fanno parte anche le attività preliminari e complementari alla movimentazione di merci e prodotti appositamente imballati. Ecco tutte le attività che rientrano nel facchinaggio: portabagagli, facchini e pesatori all’interno di mercati agro-alimentari, facchini scali ferroviari, compresa la presa e consegna carri, facchini doganali, facchini generici, accompagnatori di bestiame, facchinaggio nelle aree portuali; e ancora “insacco, pesatura, legatura, accatastamento e distaccatastamento, pressatura, imballaggio, gestione del ciclo logistico, pulizia magazzini e piazzali, depositi colli e bagagli, presa e consegna, recapiti in loco, selezione e cernita con o senza incestamento, insaccamento od imballaggio anche di prodotti ortofrutticoli, gestione carta da macero, piume e materiali vari, mattazione, scuoiatura, toelettatura e macellazione, abbattimento di piante destinate alla trasformazione in cellulosa o carta e simili.

Contattaci per un consulto gratuito.

Add Comment